Formato di file AI contro formato di file EPS

EPS: lo standard dei vettoriali?!

scritto da Claudio il febbraio 27, 2016 — 1 min di lettura

Ho avuto la conferma di quello che sospettavo da tempo, da una discussione in un gruppo di Facebook ho scoperto finalmente la verità: “eps è consierato lo standard dei vettoriali” (riporto anche l’errore di battitura perché ormai anche gli errori come questi sono parte della comunicazione del nostro tempo).

E io che andavo in giro a dire di non usare più l’EPS soltanto perché è nato nel 1982 e l’ultima versione (Level3) è del lontanissimo 1997 (Pagina PostScript da Wikipedia).

Mi sembrava normale pensare che un formato così antico non fosse più attuale tanto che la stessa Adobe, nata proprio per sviluppare e vendere il linguaggio Postscript, ha portato avanti il PDF come formato per la grafica ad alta risoluzione, includendo la gestione dei profili ICC, delle trasparenze, ecc., creando addirittura un sistema di stampa basato sullo stesso PDF (Pagina Adobe PDF Print Engine 3)!

Qualcosa però non mi tornava e questa discussione su Facebook mi ha veramente aperto gli occhi, i grafici di oggi utilizzano l’EPS perché è sicuro, chi se ne frega delle funzionalità del PDF, “Quando sei apposto con eps, sei apposto con tutto”, e poi cos’è questa mania di utilizzare trasparenze e altre diavolerie, dopotutto la grafica è nata sulla carta, torniamo a fare bozzetti incollando ritagli di giornale e caratteri trasferibili (Pagina Trasferelli da Wikipedia) come di faceva negli anni 60…

Evviva l’evoluzione tecnologica :))

Posted in: riflessioni

Leave a comment

Di chi è questo blog

Il blog di Claudio Marconato è di proprietà di
X Connection Srl us - P. IVA 04695020265